Dove trovare semi di canapa e come scegliere quelli giusti

DOVE TROVARE SEMI DI MARIJUANA ONLINE

In quali categorie di negozi si trovano i semi di cannabis? Ecco ciò che devi sapere.

Se ti stai chiedendo dove trovare i semi di canapa probabilmente anche tu hai sentito parlare di questo affascinante prodotto e ti è venuto il desiderio di portare dei semi di cannabis a casa tua. Sicuramente ti frullano in testa mille domande e nelle prossime righe cercheremo di rispondere ad ogni tuo interrogativo.

Innanzitutto devi sapere che i semi di marijuana sono assolutamente legali in Italia, in quanto totalmente privi di THC, e perciò la loro vendita è libera al pari di altre semenze comuni. Ciò che non è consentito dalla legge però è portare i semi di canapa a germinazione, poiché questi darebbero vita ad una pianta di cannabis che produrrebbe infiorescenze ricche di THC.

semi di cannabis generano piante con fiori thc

Il loro utilizzo dunque non è volto alla coltivazione, bensì a scopi collezionistici ed uso alimentare. Tuttavia è importante sapere che i semi di ganja si trovano in commercio in varie forme e bisogna quindi fare chiarezza su quale sia la tipologia giusta per te.

Andiamo subito a vedere quali sono queste varietà di semi di cannabis.

Semi di canapa essicati: cosa sono e a cosa servono.

I semi di cannabis essicati sono quel prodotto solitamente venduto nei supermercati accanto alla frutta secca, ai cereali e ad altri semi quali semi di girasole, di sesamo e simili. La loro destinazione d’uso è prettamente alimentare e deriva dalla tradizione orientale di cucina vegetariana.

Considerati per secoli un “cibo povero”, i semi di marijuana essicati sono saliti alla ribalta negli ultimi anni grazie alla diffusione dell’alimentazione vegana e vegetariana in occidente. Per via delle loro proprietà nutrizionali, i semi di canapa sono oggi considerati al pari di un integratore alimentare naturale.

L’apporto calorico dei semi di canapa essicati è conferito in particolare dai lipidi e dai carboidrati. Gli acidi grassi costituiscono circa il 30% del peso totale del seme e sono per lo più polinsaturi, mentre la vitamina più presente è la vitamina E.

Il loro impiego in cucina ne prevede la presenza soprattutto nelle seguenti tipologie di piatti:

  • Insalate
  • Primi piatti
  • Secondi di carne di pollo

Vediamo ora un’alrta tipologia di semi di cannabis.

Leggi anche: Semi di marijuana autofiorenti femminizzati: cosa sono e perché sceglierli

Semi di marijuana decorticati: di che si tratta?

semi di marijuana decorticati uso alimentare

I semi di cannabis decorticati sono una variante dei semi di marijuana essicati derivante esclusivamente dal ceppo della canapa sativa e anch’essi con destinazione d’uso alimentare. Questo genere di semenze è definito “decorticato” poiché viene rimosso il guscio esterno dei semi affinché il prodotto risulti croccante ma al contempo molto tenero, un po’ come accade con i germogli di soia.

Il gusto caratteristico dei semi di canapa decorticati ricorda molto la nocciola e il loro aspetto gli ha conferito il soprannome di “cuori”. Il loro potere nutriente è similare a quello dei semi essicati e per tale motivo costituiscono un elemento molto importante da inserire nella propria dieta.

I semi di cannabis decorticati sono utilizzati in particolare per la preparazione dei seguenti cibi:

  • Muesli
  • Frullati
  • Dessert
  • Prodotti lievitati
  • Insalate

Vediamo ora invece che cosa sono i semi di marijuana ad alto THC.

Semi di cannabis ad alto THC: realtà o fantasia?

Nelle prime righe di questo articolo ti abbiamo detto che i semi di ganja non contengono THC e ora ti chiederai come mai esista un prodotto che si chiama “semi di cannabis ad alto THC”. In realtà si tratta di un false friend, nel senso che i semi in sé non hanno alcuna traccia di THC appunto ma, in potenza, hanno la capacità di generare una pianta che produce fiori ricchi di THC.

Per tale motivo i semi di marijuana che trovi nei growshop online come Sensory Seeds sono prodotti destinati prettamente ad uso collezionistico. Farli germogliare significherebbe infrangere la legge e questo potrebbe portarti un bel po’ di guai, dunque, a meno che tu non viva in un paese laddove la coltura sia consentita, te lo sconsigliamo.

I semi di marijuana da collezione sono di 3 tipologie:

I semi femminizzati hanno la proprietà di dar vita ad una pianta di cannabis femmina, capace dunque di produrre infiorescenze con THC in base alle ore di luce e buio ricevute. I semi autofiorenti sono femminizzati e generano una pianta di canapa che fiorisce in maniera automatica e non in base al fotoperiodo, mentre i semi veloci hanno le medesime caratteristiche degli autofiorenti ma con tempi di fioritura molto più rapidi (talvolta appena 40 giorni).

Leggi anche: Dove comprare semi di cannabis in tutta sicurezza: online o nei negozi fisici?

Acquista semi di marijuana da collezione su Sensory Seeds.

Come hai avuto modo di leggere in questo articolo, esistono varie tipologie di semenze di canapa e a seconda dell’utilizzo che se ne vuol fare si sceglie quella più adatta ai propri scopi. Per quanto ci riguarda, il nostro campo è quello dei semi di cannabis da collezione!

Nel nostro shop SensorySeeds trovi tantissimi semi di cannabis BSF Seeds, un marchio di fama mondiale che produce semenze di marijuana di altissima qualità. Avrai solo l’imbarazzo della scelta tra semi femminizzati, autofiorenti e semi quick.

Acquista ora i tuoi semi di cannabis online: clicca qui ed entra subito nel catalogo Sensory Seeds!