Semi di Ganja autofiorenti: guida per i principianti

guida ai Semi di Ganja autofiorenti

Caratteristiche, informazioni e curiosità sui semi di ganja autofiorenti.

I semi di ganja autofiorenti sono semi di cannabis che presentano delle caratteristiche uniche, frutto di numerose ricerche e sperimentazioni sulle piantine di marijuana.

Sono anche tra i più richiesti sul mercato perché chi li fa germogliare negli Stati in cui è permesso (attenzione: non in Italia) li trova molto semplici da coltivare e da seguire in tutte le loro fasi. I semi autofiorenti sono dunque i più graditi insieme ai semi femminizzati, e i motivi risiedono nelle loro peculiarità.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche dei semi di cannabis autofiorenti, come nascono e quali sono i pro e i contro di questi prodotti.

Semi di cannabis autofiorenti: le caratteristiche uniche di questi semi.

semi di cannabis autofiorenti online

I semi di marijuana danno vita, per natura, a delle piante che fioriscono in base al fotoperiodo. Nello specifico, le piante di cannabis regolari iniziano a fiorire quando ricevono 12 ore di buio e 12 ore di luce, dunque verso la fine dell’estate.

Inoltre i semi regolari (non autofiorentifemminizzati) hanno il 50/50 delle possibilità di generare piantine femminili o maschili.

Questi possono essere dei bei problemi per i coltivatori di cannabis che devono aspettare la lunga fioritura stagionale delle piante. Inoltre devono selezionare le piante eliminando quelle di genere maschile, che impollinano le femmine compromettendo la fioritura.

Al fine di ovviare a questi problemi, le banche dei semi (tra cui la rinomata BSF Seeds) sono riuscite a realizzare dei semi che possono generare piantine con le seguenti caratteristiche:

  • fioritura automatica a prescindere dalla stagione e dal fotoperiodo;
  • crescita molto rapida, con salto della fase vegetativa che precede la fioritura;
  • bassa statura, in modo da poter esser coltivate anche in piccole serre.

Inoltre i semi autofiorenti femminizzati, come i semi di cannabis autofiorenti BSF, hanno oltre il 90% delle possibilità di dar vita a piante di genere femminile. Di conseguenza i coltivatori possono rilassarsi, senza aver paura di dover estirpare metà piantagione perché composta da piante maschili.

Ma come hanno fatto le banche dei semi a realizzare gli autofiorenti?

Leggi anche: Le caratteristiche dei semi di cannabis femminizzati Outdoor.

Come nascono i semi di ganja autofiorenti

I semi autofiorenti sono il frutto dell’incrocio tra un ceppo di cannabis Ruderalis e uno di Indica o Sativa, di solito femminizzato (dunque ormonalmente modificato in modo da produrre semi con il 90% delle possibilità di generare piante femminili).

Ma non è semplice come potresti pensare: le Banche dei semi svolgono continui incroci tra i vari ceppi per dar vita alle migliori varietà di cannabis, lavorando prevalentemente sulla resa, sul gusto e sugli effetti dei fiori.

In seguito agli incroci, le piante autofiorenti femminizzate ereditano diverse caratteristiche sia dalla Ruderalis che dalla Indica o Sativa da cui sono nate. Ed è proprio da queste caratteristiche che nascono i pro e i contro dei semi autofiorenti.

Vantaggi e svantaggi dei semi autofiorenti

I semi di marijuana autofiorenti sono molto richiesti da chi ha particolari esigenze. Ad esempio chi ha piccoli spazi per coltivare, predilige la coltivazione Indoor o Greenhouse, necessita di fioriture multiple e in rapida successione predilige nettamente questi semi piuttosto che quelli regolari o solo femmilizzati.

Non a caso, i vantaggi dei semi di cannabis autofiorenti e delle relative piante sono i seguenti:

  • crescita estremamente veloce, grazie a una fase vegetativa praticamente inesistente;
  • fioritura rapidissima: da 8 fino al massimo di 10 o 11 settimane;
  • nessun legame con il fotoperiodo: le piante non sono legate allo scorrere delle stagioni ma producono fiori indistintamente dalle ore di buio e di luce, per via della fioritura automatica;
  • piantine di bassa statura (al massimo 1 metro): questo è un vantaggio per chi può coltivare solamente in casa, in piccoli spazi, oppure possiede una mini-serra;
  • resistenza agli sbalzi di temperatura, alle intemperie e alle muffe;
  • nei semi autofiorenti femminizzati, oltre il 90% delle possibilità di dar vita a piante di genere femminile.
semi autofiorenti femminizzati

Tutte queste peculiarità, fatta eccezione per l’ultima, sono frutto della genetica Ruderalis. Dalla Indica o dalla Sativa (o da entrambe) nascono invece il gusto, il sapore e l’alta concentrazione di cannabinoidi, in particolare THC.

Come ti abbiamo anticipato, le varietà autofiorenti presentano alcuni svantaggi:

  • la crescita delle piante di cannabis autofiorenti è così rapida che non tollerano i rinvasi, poiché non hanno il tempo di riprendersi. È dunque fondamentale piantare i semi autofiorenti nella loro sede ultima (ad esempio vaso o terreno);
  • la resa delle autofiorenti non è alta come quella della cannabis regolare, a causa delle piccole dimensioni delle piante;
  • alto costo dell’energia elettrica, perché per massimizzare la resa delle piante autofiorenti si consiglia di sottoporle a cicli di 24/24 di luce o di 18 ore di luce e 6 di buio;
  • THC solitamente inferiore rispetto alle piante regolari della stessa varietà.

Diciamo che i semi autofiorenti non sono ideali per chi necessità grandi quantità di fiori di cannabis o vuole coltivare Outdoor senza l’utilizzo dell’illuminazione artificiale. In questo caso i coltivatori prediligono i semi femminizzati.

Leggi anche: Tutto quello che devi sapere sui semi autofiorenti femminizzati indoor

In conclusione

Ora sai tutto sui nostri semi di cannabis autofiorenti BSF. Prima che tu proceda con l’acquisto, ti ricordiamo che i semi di marijuana ad alto THC sono esclusivamente semi da collezione: in Italia è ancora proibito coltivare cannabis.

Se invece non vivi più in Italia ma ti sei trasferito in un Paese in cui è concesso piantare semi THC per uso ricreativo o terapeutico, ben venga! Potrai coltivare le tue piantine secondo le normative del posto.

Non aspettare oltre: acquista subito i migliori semi di cannabis online su Sensoryseeds!