5 Stati nei quali i semi di maria sono legali.

i semi di maria sono legali

I semi di maria sono legali? In alcuni Stati sì, ma con delle particolari clausole.

Dove si possono comprare i semi di canapa? In qualsiasi negozio specializzato, anche online su Sensoryseeds.it! Infatti i semi di maria sono legali in Italia e in quasi tutta Europa (tranne in Germania). Non c’è dunque alcun rischio nel comprare semi su Internet, naturalmente se lo shop è autentico e offre semi prodotti da una Banca dei Semi autorizzata.

Per esempio, nel nostro e-commerce trovi semi di canapa autofiorenti (anche fast flowering) e semi femminizzati legali prodotti da una delle migliori banche dei semi al mondo, ovvero BSF Seeds.

Sebbene la vendita di semi di cannabis sia legale nel nostro Paese e in diversi altri Stati, ci sono delle informazioni che dovresti conoscere a riguardo. Sono dati davvero importanti al fine di non commettere un reato; quindi continua a leggere l’articolo per scoprire 5 Stati in cui i semi di cannabis sono legali e a quali particolari condizioni.

1) Italia e semi di cannabis: legali sì, ma…

 dove si possono comprare i semi di canapa

In Italia la compra-vendita di semi di cannabis è assolutamente legale, in quanto sono prodotti assolutamente privi di THC. Di conseguenza rispettano il Testo unico in materia di disciplina degli stupefacenti (D.P.R. 9 ottobre 1990 n. 309) e non violano le normative italiane sulle droghe.

Sebbene i semi di canapa non siano una droga, se fatti germogliare portano alla crescita di una pianta che potrebbe produrre fiori ricchi di THC e dunque illegali nel nostro Paese.

Pertanto è proibito farli germinare sia Indoor che Outdoor che in Greenhouse (ovvero in serra). Si tratta di semi da collezione, e utilizzarli per avviare una coltivazione di cannabis è illegale. Se coltivi marijuana in Italia compi un reato penale – dunque rischi il carcere e una pena pecuniaria molto salata -… E anche qualora coltivassi piccolissime quantità ad uso esclusivamente personale, compiresti un reato amministrativo.

Dovresti quindi pagare una multa e il giudice potrebbe importi la partecipazione a un programma di recupero presso il Ser.D. (ex SERT) della tua città.

Leggi anche: Vuoi davvero fumare semi di canapa? Ecco 3 motivi per non farlo!

2) Spagna e semi di canapa legali.

In Spagna è possibile vendere e acquistare le semenze di cannabis.

Dato l’approccio più permissivo di questo Stato, chi vive in Spagna può anche piantare i semi per avviare piccole coltivazioni ad uso personale e in ambito privato, ma è necessario poterlo provare al fine di evitare problemi con la legge.

Ovviamente per dimostrare che non si tratti di una coltivazione a fini di spaccio è fortemente consigliabile limitarsi a pochissime, ma davvero pochissime, piantine.

In fondo una persona non dovrebbe aver bisogno di più di una pianta di marijuana, giusto?

3) Francia e semi di cannabis: una situazione simile all’Italia.

semi femminizzati legali in Francia e Italia

Per quanto riguarda la cannabis, la Francia adotta quasi le stesse misure restrittive dell’Italia. Di conseguenza chi vive in Francia può vendere (previa autorizzazione) semi di marijuana da collezione, ma chi compra questi prodotti non può piantarli e portarli a germinazione.

Sia far germogliare i semi di canapa che compiere altre azioni legate alla cannabis – per esempio fumare uno spinello – sono considerati reati; comportano dunque pene detentive e il pagamento di sanzioni pecuniarie.

4) Regno Unito e vendita di semi di cannabis.

Anche in UK è possibile vendere e acquistare semi di cannabis, ma anche in questo caso l’utilizzo è esclusivamente collezionistico.

Se ti trovi nel Regno Unito puoi acquistare questi prodotti (anche da altri Stati come l’Italia) ma non puoi assolutamente farli germogliare. È inoltre fondamentale comprare semenze da collezione solo da negozi autorizzati, fisici o online, al fine di evitare problemi con le Autorità qualora svolgessero dei controlli.

Passiamo ora al Paese di cui probabilmente sei più curioso…

5) Vendita di semi di cannabis in Olanda.

In Olanda puoi acquistare semi di cannabis legalmente, ma – al contrario di quello che potresti pensare – farli germogliare costituisce un reato. Tendenzialmente, però, le Autorità applicano una politica di tolleranza per minuscole coltivazioni a uso personale, come succede per il fumo di marijuana (anch’esso tollerato, ma illegale).

Ti stai chiedendo se si possono portare semi da Amsterdam?

Mah, noi ti consigliamo vivamente di non farlo in quanto potresti destare dei sospetti in aeroporto. Perché mai portare dei semi da Amsterdam se li puoi acquistare in Italia?

Leggi anche: Comprare semi online è sicuro? 3 dritte per riconoscere i siti truffaldini

E gli USA? È possibile acquistare semi di cannabis nei vari Stati?

La vendita di semi di cannabis (e il consumo di erba) è vietata a livello federale, ma poi ogni Stato si attiene alla propria legislazione specifica. In alcuni Paesi degli USA è quindi possibile consumare cannabis anche a scopo ricreativo, ma questo per lo Stato Federale costituisce comunque un reato.

La situazione è molto confusa anche per i semi di canapa, dunque se vivi negli Stati Uniti ti consigliamo di informarti meticolosamente sulle leggi del tuo singolo Paese ancor prima di acquistare le semenze.

In conclusione

Attualmente la vendita di semi di canapa è consentita in tutta Europa, fatta eccezione per la Germania. Tra tutti gli Stati europei, però, è possibile coltivarli solo in Spagna (solo in ambito privato e per uso strettamente personale, con una coltivazione di modestissime dimensioni).

Negli altri Paesi queste semenze si possono acquistare solo ad uso collezionistico, dunque non si possono far germogliare in quanto potrebbero sviluppare piante con fiori ricchi di THC.

Detto ciò, non vedi l’ora di comprare i tuoi semi di cannabis autofiorenti e/o femminizzati? Dai subito un’occhiata alla nostra offerta di semi da collezione su Sensoryseeds.it e vedrai che ne rimarrai affascinato!