Importazione di semi di cannabis: è legale importare semi da Amsterdam?

legale importare semi da amsterdam

Scopri se si possono portare semi da Amsterdam in Italia.

Vuoi fare un viaggio ad Amsterdam oppure qualche tuo conoscente deve tornare in Italia dall’Olanda e hai intenzione di chiedergli dei semi di cannabis come ricordo?

Allora probabilmente ti stai domandando se sia legale importare semi da Amsterdam oppure se si rischia una multa o, ancora peggio, il carcere. Oggi, con questo approfondimento, vogliamo eliminare tutti i tuoi dubbi, sconsigliandoti prima di tutto di farlo.

Nel corso dell’articolo scoprirai perché (e ti diremo anche qual è il miglior modo di acquistare semi di cannabis in Italia!).

semi di cannabis amsterdam aeroporto

È legale importare semi di marijuana da Amsterdam?

Devi sapere che nel nostro Paese i semi di marijuana autofiorenti, femminizzati o regolari sono legali, in quanto non contengono THC o altre sostanze psicoattive. Non possono quindi essere considerati delle droghe. Ciò che è illegale in Italia è piantare questi semi e farli germogliare, in quanto produrrebbero delle piante e dei fiori ricchi di THC.

Per questo motivo i prodotti da noi venduti sono semi di canapa da collezione, e ti sconsigliamo di portarli a germinazione e ancor di più alle fasi successive. Infatti anche la coltivazione di un piccolissimo quantitativo di piantine a uso personale è un reato amministrativo (dunque viene punito con una multa e il probabile sequestro delle piante).

Invece chi coltiva una quantità di piantine medio-alta (in genere più di due) può essere perseguito penalmente e dunque rischiare il carcere o gli arresti domiciliari.

Tornando alla legalità delle semenze di marijuana… Sì, sono legali, ma portare semi da Amsterdam potrebbe destare dei forti sospetti durante un’eventuale perquisizione o al controllo bagagli. Perché mai dovresti portare dei semi di marijuana in valigia?

Inoltre le confezioni di semenze che puoi acquistare ad Amsterdam sono dei veri e propri kit. Presentano le istruzioni per la germinazione dei semi e la coltivazione delle piantine. Le grafiche delle bustine, poi, sono molto esplicite. Di solito c’è il disegno di un vaso o di campi di canapa, o grafiche simili.

Come puoi ben immaginare, questo fatto potrebbe insospettire non poco le Autorità che effettuano i controlli negli aeroporti.

Se non sei ancora convinto, leggi questa notizia sull’arresto di un ragazzo trovato in possesso di semi e spore di funghetti allucinogeni dopo un viaggio ad Amsterdam. La polizia si è insospettita e ha perquisito la sua abitazione. Trovando delle prove certe sulla coltivazione, l’utilizzo e lo spaccio di cannabis, l’ha arrestato: https://www.varesenews.it/2016/04/cannabis-e-funghetti-allucinogeni-arrestato-un-28enne/506674/

E poi perché dovresti portare i semi da un altro Stato, senza garanzie sulla qualità dei prodotti e rischiando perquisizioni in aeroporto e presso il tuo domicilio… Quando esistono negozi fisici e online, come Sensoryseeds.it, che vendono semi di marijuana di alta qualità nel pieno rispetto della tua privacy?

Non lo sapevi? Visita subito il nostro shop online di semi di cannabis e colleziona tutti i prodotti che desideri, in tutta sicurezza!

Potresti avere anche altri dubbi irrisolti, come quelli presenti nel prossimo paragrafo. Non preoccuparti: li risolveremo in men che non si dica!

Leggi anche: 5 Stati nei quali i semi di maria sono legali

Altre domande sui prodotti a base di cannabis importati da Amsterdam

Su Google si possono trovare tantissime domande poste da chi, magari, vorrebbe importare qualche prodotto da Amsterdam. Quelle più cercate da chi naviga sul web sono le seguenti:

  • Portare erba da Amsterdam in Italia
  • Si possono portare i lecca lecca da Amsterdam
  • Portare grinder da amsterdam
  • Si può portare una canna da Amsterdam
  • Chupa chups amsterdam aeroporto

Anche tu hai cercato una o più delle precedenti frasi su Google o sei curioso di conoscere la risposta? Nei prossimi paragrafi risolveremo tutti i tuoi interrogativi a riguardo.

Si può portare erba da Amsterdam in Italia? Assolutamente no.

Importare marijuana da Amsterdam in Italia è un reato penale, dunque chi lo fa rischia il carcere. Se qualcuno ti ha raccontato di aver portato fiori di cannabis o canne già rollate senza conseguenze allora le opzioni sono due: o ha mentito o ha avuto molta, troppa, improbabile fortuna.

Hai presente i cani antidroga della Guardia di Finanza, sempre presenti negli aeroporti? Ecco, possono fiutare le più piccole quantità di droga, marijuana compresa (anzi, ancor di più rispetto alle altre sostanze in quanto presenta un aroma molto forte). Le unità cinofile antidroga fiutano le sostanze stupefacenti, anche quelle ben nascoste, da grandi distanze.

È quasi impossibile che qualcuno acquisti erba in un coffee shop ad Amsterdam e la porti in aeroporto senza conseguenze. Difficilmente passerebbe i controlli in aeroporto nei Paesi Bassi, figuriamoci se possa arrivare in Italia con della cannabis in valigia.

Leggi anche: Vuoi davvero fumare semi di canapa? Ecco 3 motivi per non farlo!

Importare lecca lecca, chupa chups e altri prodotti alla cannabis da Amsterdam

Anche quest’azione costituisce un reato, in quanto i prodotti alimentari a base di marijuana sono psicotropi. E in Italia non è consentito il possesso di sostanza stupefacenti (e ovviamente neanche la vendita o la cessione come regalo).

Chiunque compia un’azione di questo genere viene perquisito, subisce il sequestro dei prodotti e viene anche arrestato.

Portare grinder da Amsterdam: non è un reato, ma…

Chi porta dei grinder da Amsterdam non commette un reato, ma potrebbe insospettire le Autorità, le quali molto probabilmente perquisirebbero l’abitazione (come nel caso dei semi di canapa in valigia).

Ancor di più se i grinder sono stati utilizzati e dunque presentano odore di erba, che verrebbe fiutato dai cani antidroga.

In conclusione

Al fine di non commettere reati o destare sospetti sul tuo utilizzo e possesso di cannabis, ti consigliamo di non importare alcun prodotto da Amsterdam che possa ricondurre in qualche modo alla marijuana.

Ti consigliamo dunque di acquistare i semi di cannabis femminizzati, autofiorenti e fast flowering in Italia, magari presso il nostro negozio Sensoryseeds.it! La privacy è garantita, come lo è la tua sicurezza.