Banche dei semi: cosa sono, scopo e curiosità

banche di semi

Scopri cosa sono le banche di semi, perché sono nate e alcune curiosità su quelle dedicate alla canapa

Leggendo qualche articolo sul nostro blog Sensoryseeds o su qualche alta fonte, è probabile che ti sia imbattuto più volte nella citazione delle banche dei semi, dette anche seeds bank.

Ma cosa sono nel concreto queste ‘strutture’?

Qual è il loro scopo?

E, come si distinguono le migliori?

Continuando a leggere questo breve approfondimento potrai soddisfare tutte le tue curiosità sull’argomento e scoprire qualcosa di più sulle banche dei semi di marijuana.

Iniziamo.

semi misti

Cosa sono le banche dei semi?

Una banca dei semi (detta anche banca del germoplasma) è una sorta di deposito nel quale vengono conservati i semi delle migliori genetiche di tantissime specie vegetali.

Ma non solo, in alcune seed bank, le sementi vengono anche piantate e coltivate, in modo da avere a disposizione sempre nuovi semi selezionati da distribuire.

Quelle di cui stiamo parlando sono vere e proprie strutture che hanno come scopo lo scambio e la salvaguardia dei semi, in modo da preservare le varietà biologiche, sia per motivi alimentari sia per fare in modo che tante preziose piante non rischino irrimediabilmente di scomparire.

Di solito le seeds bank interagiscono tra di loro scambiandosi sementi provenienti da diverse parti del mondo (ecco perché vengono chiamate anche ‘biblioteche dei semi’) e, spesso, partecipano a progetti che hanno come obiettivo la sopravvivenza di alcune specie vegetali in situ (ossia nel loro ambiente originario).

Oggi al mondo esistono più di mille banche dei semi, ognuna delle quali, in base alla propria missione, decide su quali specie concentrarsi.

Ci sono quelle specializzate nei fiori, quelle che raccolgono le sementi dei cereali, quelle che si occupano solo di semi di ortaggi, e poi ci sono le seed bank che si occupano di raccogliere le migliori genetiche di semi di cannabis.

Leggi anche: Qual è il vero rischio di comprare semi su internet? Ecco la verità

Curiosità: dove si trova la banca mondiale dei semi?

Nelle Isole Svalbald (in Norvegia) a circa mille chilometri dal Polo Nord, c’è lo Svabald Global Seed Vault, un’enorme cassaforte sovrastata dai ghiacciai.

È qui che si trovano centinaia di miglia di sementi provenienti da tutto il mondo, blindate e conservate a -18°C, in modo da poter sopravvivere anche per ventimila anni.

Lo scopo di questo bunker è quello di proteggere da ogni catastrofe immaginabile (guerre, cataclismi, ecc.) tutto ciò che si può piantare e tutto ciò che è importante conservare per preservare la biodiversità terrestre.

Insomma, la banca mondiale dei semi non protegge denaro, opere d’arte o diamanti, ma le più svariete genetiche di semi esistenti al mondo: un tesoro ben più prezioso!

Banca dei semi di canapa: ecco le caratteristiche della migliore

Tra le tante seeds bank in tutto il mondo, ce ne sono alcune che si occupano esclusivamente di semi di cannabis. Esistono banche di semi americane, spagnole, californiane e, da qualche anno, anche italiane.

Ma quali sono le migliori di questo settore?

Una buona banca del germoplasma è una struttura nella quale, partendo dalle migliori genetiche di cannabis pre-esistenti, si creano, periodicamente, nuove varietà superiori.

BSF SEEDS BANK

In questo senso eccelle la BSF Seeds, una banca di semi ispanico-americana che produce varietà di canapa sempre innovative e uniche, nate dopo tanti anni di ricerche.

In particolare, come già lascia intuire il nome della banca, i semi raccolti e distribuiti dalla BSF Seeds sono grandi, forti e danno vita a piante dalla crescita rapida (BSF sta proprio per bigger, stronger e faster).

Le genetiche di semi di cannabis BSF sono state selezionate per soddisfare anche gli estimatori più esigenti, non a caso la loro qualità è stata riconosciuta e premiata a livello internazionale presso diverse competizioni (alla Maua Green Cup, alla Cannaseur Cup, ecc.).

È proprio per questo che la nostra azienda Sensoryseeds ha deciso di collaborare con loro.

I semi femminizzati, fast-flowering e gli innovativi semi di cannabis autofiorenti BSF, rispettano i più alti standard qualitativi: sono coltivati secondo un severo protocollo fitosanitario, vengono raccolti a mano e selezionati scrupolosamente da operatori specializzati, per poi essere confezionati sottovuoto.

Leggi anche: Temperatura di germinazione dei semi indoor: ecco quella ideale

Per concludere

Dopo questo approfondimento dovresti avere le idee più chiare sul ruolo delle banche dei semi.

Si tratta di strutture importantissime, che permettono di preservare l’esistenza delle migliori genetiche di tante specie vegetali e che si impegnano costantemente per crearne delle migliori.

Nel settore della cannabis eccelle la BSF Seeds bank e su Sensoryseeds.it puoi acquistare le sue ottime sementi.

Ti ricordiamo che in Italia è possibile acquistare i semi di marijuana a scopo collezionistico ma la loro coltivazione è vietata. Se invece vivi altrove, informati su cosa prevedono le attuali leggi locali.

Visita oggi stesso il nostro shop online Sensory Seeds e acquista i migliori semi di marijuana al mondo.

Ti aspettiamo!