Come capire se un seme è morto? Ecco alcuni trucchi

scopri come capire se un seme è morto con qualche trucco

A volte i semi di canapa non germogliano perché sono privi di vita. Ecco come riconoscere un seme di canapa morto ed evitare di perdere tempo

Negli articoli precedenti, abbiamo più volte sottolineato quanto la qualità dei semi di cannabis possa fare la differenza per riuscire a ottenere una piantagione sana e produttiva.

Da semi scadenti, infatti, potrebbero nascere piante deboli e poco redditizie o, addirittura non germogliare affatto.

In questo articolo potrai scoprire come riconoscere i semi di canapa di qualità (come i Bsf seeds) e come capire se un seme è morto, e quindi totalmente inutile.

consigli su come capire se un seme è morto

Seme di canapa morto o scadente: ecco perché la qualità è essenziale

Nel settore della canapicoltura c’è chi sceglie di acquistare le piantine già pronte e chi, invece, preferisce piantare i semi di marijuana da sé, in modo da poter monitorare la crescita della piantagione fin dal principio.

Naturalmente, per non perdere tempo, è importante assicurarsi di avere a che fare con semi di qualità e della genetica giusta (come i semi autofiorenti, femminizzati, ecc., che puoi trovare in vendita su Sensoryseeds), ma soprattutto devono essere vivi!

Già, hai capito bene! 

Se i semi sono troppo datati o sono stati conservati male, potrebbero aver perso la capacità di germinare e quindi, anche mettendoci tutta la buona volontà, le piantine non nascerebbero comunque.

Nel prossimo paragrafo chiariremo quali sono i principali segnali che indicano che i semi che hai sottomano potrebbero essere privi di vita.

Leggi anche: Come scegliere la tipologia e la forma del vaso per piantare i semi di cannabis

Semi morti: come riconoscerli?

Tanti canapicoltori alle prime armi cadono nella tentazione di acquistare semi di marijuana di bassa qualità, perché venduti a poco prezzo.

Fin qui sembra tutto abbastanza normale. Il problema è che spesso, in questi casi, le piantine non nascono e diventa difficile capirne la causa.

In tanti si chiedono che cosa potrebbero aver sbagliato e cercano di capire cosa fare se i semi non germinano.

Certo, a volte si compie qualche errore ma, in altri casi, bisogna semplicemente verificare se i semi acquistati sono ancora vivi.

Saper distinguere i semi di alta qualità da quelli scadenti è molto importante per evitare di perdere tempo e denaro.

Iniziamo dall’aspetto.

Di solito i semi di buona qualità sono rivestiti da una specie di strato ceroso che, se esposto alla luce, risulta brillante. Il loro colore può variare dal marrone al grigio o al nero, con qualche macchiolina.

Se si ha a che fare con semi di cannabis bianchi o verde chiaro, significa che sono immaturi e che non sono in grado di germinare.

Quelli che appaiono ‘rinsecchiti’, che hanno crepe o ammaccature, invece, sono di scarsa qualità.

Anche al tatto è possibile capire se i semi sono scadenti o meno. 

Tenendo un seme di canapa tra indice e pollice ed esercitando una pressione, alcuni semi si sgretolano, mentre altri per niente. Quelli di qualità e che hanno più probabilità di essere vivi sono, ovviamente, i secondi.

C’è anche un test ritenuto quasi infallibile, per capire se i semi di canapa sono in grado di germinare: l’immersione in acqua.

Se mettendoli in un bicchiere con acqua tiepida galleggiano, allora significa che sono morti o scadenti; mentre se vanno a fondo sono di buona qualità.

Naturalmente, tutti questi trucchetti sono validi per i semi di tutte le genetiche e tipologie. 

Se ti abbiamo incuriosito, anche tu puoi provare a far galleggiare i semi femminizzati, i semi fast o i semi autofiorenti della tua collezione (ma ricorda che in Italia coltivare cannabis non è consentito).

Riguardo al test del galleggiamento, però, ci teniamo anche a precisare che deve essere eseguito solo durante le ore precedenti alla semina, e che i semi devono essere rimossi dall’acqua entro le 24 ore, altrimenti vengono irrimediabilmente danneggiati.

come capire se un seme è morto

Semi vivi che non germogliano: qual è la causa?

Se, anche grazie ai consigli precedenti, sappiamo che i nostri semi sono vivi ma non germogliano ugualmente, è probabile che la causa sia un’altra.

Vediamo quali potrebbero essere le principali.

  • Terreno troppo freddo
    Talvolta a impedire che i semi di marijuana germoglino è la temperatura troppo bassa del terreno.
    Tenendo abbastanza caldo il substrato che li ospita, sarà possibile assistere a una germinazione più veloce.
  • Scelta errata del substrato
    Solitamente per la semina della cannabis si consiglia di utilizzare un substrato abbastanza friabile e leggero. Se le piantine non nascono, è possibile che a impedire la crescita delle radici sia un terreno eccessivamente argilloso e difficile da penetrare.
  • Semina troppo profonda
    I semi di cannabis, essendo abbastanza piccoli, devono essere piantati vicino alla superficie del terreno. In caso contrario, infatti, i germogli non riuscirebbero a emergere.
  • Irrigazione insufficiente
    Talvolta i semi di cannabis non riescono a germinare perché non vengono bagnati abbastanza.
    È importante tenere il terriccio ben umido: solo in questo modo i semi si possono gonfiare fino a germogliare.

Leggi anche: Acqua e cannabis in fioritura: ecco di quanta acqua ha bisogno la pianta in questa fase

Per concludere

Come abbiamo visto, per scoprire se i semi di cannabis sono morti oppure no, si può ricorrere a qualche trucchetto.

Purtroppo però, anche se all’apparenza i semi risultano vivi e di qualità, potrebbero avere dei difetti di genetica. Per questo la scelta migliore rimane sempre quella di acquistare in partenza dei semi di canapa di qualità (come i semi di cannabis Bsf).

Dopo questo approfondimento, e ricordandoti sempre che in Italia coltivare e consumare cannabis è vietato, ti invitiamo a consultare le proposte di semi nel nostro store Sensoryseeds.it.

Scegli i prodotti che preferisci per completare la tua collezione, approfitta dei nostri prezzi vantaggiosi e delle consegne veloci.

Ti aspettiamo nel nostro negozio online Sensory Seeds. A presto!