Olio di canapa per la ricrescita dei capelli: ecco i suoi benefici

Olio di canapa per la ricrescita dei capelli

I benefici di questo prodotto per prevenire e trattare la caduta dei capelli

Quando ci si trova a dover affrontare problemi legati ai capelli, in particolare la loro caduta, spesso e volentieri si ricorre a prodotti chimici che in molti casi risultano estremamente aggressivi sia per la pelle del cuoio capelluto sia per i capelli stessi. È probabile che tanta gente viri su questo tipo di soluzione perché non sa che esiste un rimedio naturale straordinario alla perdita eccessiva di capelli. Si tratta dell’olio di canapa.

In questo articolo scoprirai quali sono le sue proprietà, perché può aiutare a prevenire la caduta dei capelli e in che modo si può utilizzare.

Olio di canapa per la caduta dei capelli

Olio di canapa: che cos’è e perché fa bene ai capelli

Questo prodotto non va confuso con l’olio di CBD. Sì, è vero: entrambi gli oli vengono estratti dalla canapa sativa, ma mentre quello di CBD si ottiene dalle infiorescenze della pianta, quello di cui vogliamo parlare si estrae direttamente dai semi di cannabis. Ecco, è proprio nei semi di questa pianta – per certi aspetti miracolosa – che risiedono diverse sostanze in grado di migliorare la salute dei tuoi capelli. Tra queste troviamo:

  • Omega 3
  • Omega 6
  • Zinco
  • Selenio
  • Potassio
  • Calcio
  • Magnesio
  • Vitamine D ed E
  • Fitosteroli

Grazie alla composizione chimica dei semi, l’olio che si estrae da essi include proprietà molto utili per trattare e prevenire la caduta dei capelli. Infatti, sia assunto come integratore per via orale, sia applicato direttamente sulla testa, svolge funzioni importantissime per la salute della cute e del capello in quanto idrata, rinforza e protegge.

La sua azione idratante impedisce ai capelli e al cuoio capelluto di seccarsi e contribuisce a mantenere un buon livello di umidità; la presenza dei grassi Omega 3 e Omega 6, inoltre, rende l’olio di canapa un ottimo stimolante per la crescita dei capelli. Un’altra proprietà fondamentale di questo prodotto è la capacità di rinforzare sia i capelli sia i follicoli: l’olio di canapa, infatti, è ricco di proteine che favoriscono il mantenimento dei livelli ottimali di cheratina nei capelli e favorisce la circolazione sanguigna nella cute, consentendo così ai follicoli di sviluppare capelli più forti e resistenti.

Leggi anche: No, le Marlboro alla cannabis non sono mai esistite: ecco com’è nato questo mito

Non solo l’alopecia: ecco quali problemi puoi fronteggiare con l’olio di canapa

L’olio di canapa è una validissima (e sanissima) alternativa ai prodotti chimici venduti dalle case farmaceutiche e dalle aziende di cosmetica perché oltre a nutrire e idratare i capelli non è per niente aggressivo. Inoltre, a differenza di tanti altri oli, viene assorbito facilmente e non lascia quella fastidiosa sensazione di unto che – diciamolo – genera disagio. I benefici dell’olio di canapa, naturalmente, non si manifestano solamente in presenza di alopecia; il suo utilizzo, infatti, previene e risolve anche altre condizioni problematiche tipiche dei capelli.

Pensiamo, ad esempio, alla forfora. Nella stragrande maggioranza delle volte, questo grattacapo (il termine è quantomai appropriato) si manifesta a causa di una scarsa idratazione del cuoio capelluto, la cui pelle tende a seccarsi e staccarsi sotto forma di antiestetici frammenti biancastri, causando imbarazzo. In questi casi, integrare l’alimentazione con alcune gocce di olio di canapa ed effettuare degli impacchi aiuta a ristabilire il giusto equilibrio nella cute.

Tale problema è spesso accompagnato da irritazioni al cuoio capelluto che possono degenerare anche in infezioni. Il sintomo più diffuso dell’insorgere di una problematica simile è il prurito. Ecco, anziché grattarti come se stessi strimpellando la Fender Stratocaster di Jimi Hendrix, faresti bene a soccorrere la tua amata chioma con l’olio di canapa. L’applicazione costante di questo prodotto dovrebbe aiutarti a venire fuori da questa condizione.

Un altro problema che l’olio di canapa può aiutare a risolvere è la rottura dei capelli. Questo fenomeno avviene a causa del loro indebolimento, provocato a sua volta da una scarsa idratazione e un apporto insufficiente di nutrienti. L’olio di canapa – ormai dovresti saperlo – ha tantissimi nutrienti naturali e idrata il cuoio capelluto e i capelli secchi; pertanto, usandolo frequentemente, avrai dei capelli forti e sani che difficilmente si spezzeranno.

Come si usa l'olio di canapa

Come si usa l’olio di canapa per la cura dei capelli

Prendersi cura dei propri capelli è fondamentale se vuoi evitare di incorrere in problemi come quelli menzionati nel paragrafo precedente. Farlo con l’olio di canapa è un modo sano e non invasivo di prevenire situazioni critiche, ma anche di rimediare a esse qualora dovessero presentarsi.

Partiamo dal presupposto che l’olio di canapa può essere assunto oralmente come integratore. Tuttavia, applicandolo localmente avrai un effetto molto più visibile e rapido. Per farlo hai a disposizione diversi metodi. Ad esempio, potresti usare dalle due alle quattro gocce di olio di canapa per massaggiare i capelli prima di andare a dormire; oppure potresti realizzare uno spray di olio di canapa da nebulizzare sui capelli dopo averli lavati.

Per ‘fabbricare’ questo prodotto in casa puoi seguire questa ricetta: fai bollire il quantitativo di due tazze d’acqua, falla raffreddare e aggiungi 6 gocce di olio di cannabis e 2 gocce di un olio essenziale a tua scelta. Dopodiché mescola bene il composto e travasalo all’interno del nebulizzatore. L’utilizzo di questo spray ti consentirà di donare ai tuoi capelli morbidezza e robustezza, e di nutrirli e idratarli a dovere.

Se invece vuoi fare un trattamento più intenso, ecco la ricetta di un impacco per capelli a base di olio di canapa 100% naturale. Ti basterà frullare un uovo, una banana, la polpa di mezzo avocado, un cucchiaio di miele, uno di gel di aloe e aggiungere 4 gocce di olio di canapa e 4 gocce di olio essenziale di lavanda. Dopo aver ottenuto un composto omogeneo, distribuiscilo sui capelli andando bene in fondo con i polpastrelli per applicarlo anche sulla superficie cutanea. Dopo 15 minuti di posa, puoi risciacquare i capelli senza utilizzare lo shampoo.

Leggi anche: Cannabinoidi sintetici: cosa sono e quali effetti hanno sull’uomo

In conclusione

Se hai letto questo articolo, ora sai che tra le tante proprietà benefiche degli estratti della cannabis ci sono anche quelle inerenti all’idratazione, il nutrimento e la salute dei capelli in generale. E, dato che l’olio di canapa si estrae dai semi, non possiamo fare a meno di ricordarti che su Sensoryseeds puoi trovare diversi tipi di semi di marijuana da collezione di altissima qualità.

Se hai la passione per questa pianta e sei alla ricerca di semi autofiorenti, semi fast flowering e semi femminizzati, visita il nostro sito.