Pre fioritura delle autofiorenti: quando inizia e come comportarsi

pre fioritura autofiorenti

Quando avviene la fase di pre-fioritura della cannabis autofiorente e come si comportano i coltivatori?

Per chi coltiva semi di cannabis autofiorenti, le fasi più eccitanti sono sicuramente la germinazione dei semi e la fase di pre-fioritura delle autofiorenti, ovvero i due stadi in cui le piantine di marijuana iniziano a farsi sentire!

I primi germogli confermano che nei semi c’è vita e che la prima fase è andata per il meglio, mentre l’inizio della fioritura è la conferma che tutti gli sforzi fatti dal coltivatore si stiano traducendo in risultati.

Certo, per i coltivatori con esperienza quiete fasi potrebbero ormai essere banali… Ma, per una persona che ha appena iniziato a coltivare i propri semi di cannabis, vedere le piantine maturare per la prima volta è un’esperienza unica nel suo genere.

Ma quando inizia la fase di pre-fioritura delle piante autofiorenti? Come dovrebbe comportarsi l’agricoltore durante questo particolare stadio?

Oggi vogliamo rispondere esattamente a queste domande, ricordandoti però che, in Italia, non è permesso coltivare cannabis: questo comportamento costituisce un reato penale o un illecito amministrativo in base ai casi. Ti suggeriamo, quindi, di utilizzare le prossime righe al solo scopo informativo, senza mettere in pratica ciò che leggerai.

Se invece ti sei trasferito in uno Stato in cui è possibile coltivare erba a uso personale… Allora ben venga!

Quando avviene la pre-fioritura delle autofiorenti?

cannabis autofiorente in fase di pre fioritura

Come probabilmente saprai, una pianta autofiorente attraversa le stesse fasi di crescita di una pianta regolare, seppur in tempi nettamente più brevi. Chi pianta semi autofiorenti non deve aspettare quasi un anno dalla germinazione al raccolto, bensì soltanto 2 o 3 mesi!

Non a caso, le semenze di questa tipologia sono nettamente più richieste di quelle regolari, considerando anche che le migliori (come i semi di cannabis autofiorenti BSF) sono sia automatiche che femminizzate.

La fase di pre fioritura delle autofiorenti avviene quando la fase vegetativa, ovvero la fase di crescita più intensa, sta per giungere al termine. Di solito, le piante di cannabis raggiungono questo stadio intorno alla settimana n. 5 o 6 della propria crescita e arrivano alla vera e propria fase di fioritura nel corso di 1-3 settimane… Ma ogni specie è diversa e potrebbe anticipare o ritardare i tempi!

A prescindere dalle tempistiche, la marijuana che si trova in questo particolare stadio ha una vitale necessità di attenzioni, cure e sostanze nutritive. I coltivatori non possono in alcun modo rilassarsi perché, se trascurano le piantine in questo periodo, rischiano di perdere l’intero raccolto!

Per questo motivo devono sapere alla perfezione quando le piantine stanno iniziando a fiorire (e conoscere, nel dettaglio, quale trattamento riservare alla cannabis affinché la crescita e la maturazione dei fiori possa procedere per il verso giusto).

Leggi anche: Le fasi di crescita della pianta autofiorente passo per passo

Come capire quando la cannabis autofiorente sta attraversando la fase di pre fioritura?

Riconoscere una pianta in fase di pre-fioritura è molto più semplice di ciò che potresti pensare. Infatti è proprio durante queste settimane che la cannabis inizia a produrre una vasta quantità di foglie e a manifestare i propri caratteri sessuali.

Tali caratteri si possono individuare nelle zone comprese tra il fusto e i rami (chiamate, sorprendentemente, ascelle!).

Sebbene le migliori banche dei semi – come BSF Seeds – producano esclusivamente semi femminizzati, le cui relative piante sono quasi sicuramente di genere femminile, è bene conoscere la differenza tra pre fioritura femminile e quella maschile.

Pre-fioritura della marijuana autofiorente femmina

pre fioritura autofiorente femmina

Su una pianta di cannabis in fase di pre fioritura iniziano a crescere dei piccoli boccioli che si trovano, come ti abbiamo anticipato, negli spazi compresi tra il fusto e la base dei rami.

Questi boccioli sono ricoperti da peletti lunghi, sottili e bianchi: si tratta dei pistilli, ovvero le parti femminili della pianta che, quando entrano in contatto con il polline di una pianta maschile, danno origine ai semi di marijuana.

Pre-fioritura della pianta di marijuana maschio

La pianta maschile presenta dei fiori nettamente diversi rispetto a quelli della marijuana femmina. Nello specifico, i pre-fiori maschili si configurano come dei piccoli grappoli simili a dei caschi di banana.

Una volta mature, le piccole bananine si aprono per consentire la fuoriuscita del polline e la fecondazione delle piante femminili.

Una pianta maschile viene, di solito, eliminata per evitare che comprometta il raccolto dei fiori femminili… Al contrario, quando una pianta di cannabis femmina inizia la fase di fioritura è il momento di adottare un comportamento volto alla corretta maturazione dei bud.

Leggi anche: La fase vegetativa delle piante di cannabis: cos’è e perché è fondamentale per la fioritura.

Cosa fanno i coltivatori all’inizio della fioritura delle autofiorenti?

I coltivatori più esperti sanno bene come prendersi cura delle piante di cannabis in fase di prefioritura, durante cui il fogliame si infoltisce, iniziano a spuntare i primi boccioli e il fusto si irrobustisce preparandosi al peso delle infiorescenze!

In questo periodo le piante consumano molta energia e hanno bisogno della giusta umidità e di una buona dose di nutrienti affinché possano portare con successo la maturazione dei fiori.

Nello specifico, ecco quali sono le esigenze delle piante autofiorenti durante questa particolare fase di crescita:

  • Umidità relativa del 45%
  • Temperatura diurna di 20-23 °C e notturna di 15-18 °C.
  • Acido fulvico per favorire la crescita dei fiori
  • (Eventualmente) azoto qualora il terreno ne sia carente

Inoltre gli agricoltori tendono a portare le foglie – senza esagerare – e a dar sostegno al fusto e ai rami legandoli a dei sostegni. Così facendo, si evitano danni alle piante di marijuana e si arriva alla fioritura in maniera impeccabile.

In conclusione

Ci auguriamo che l’articolo ti sia piaciuto e ti abbia aiutato a chiarire i tuoi dubbi riguardo la fioritura delle autofiorenti!

Ricorda, però, che in Italia non è permesso coltivare marijuana, né a uso terapeutico né ricreativo… Ma, almeno, è consentito acquistare semi di cannabis online per collezionismo!

Comprali subito sul nostro negozio Sensory Seeds. Ti aspettiamo!