Vermicompost (Humus di lombrico): ecco perché chi coltiva non può più farne a meno

vermicompost cos'è

Che cos’è il vermicompost e perché è così utilizzato dagli agricoltori.

Tra i fertilizzanti per piante, il vermicompost è sicuramente uno dei migliori e tra i più adatti per la coltivazione di numerose specie, tra cui la cannabis.

Infatti i semi di cannabis, come molti altri semi, generano delle piantine che si sviluppano al meglio in terreni fertili e ricchi di sostanze nutritive organiche. E il compost di vermi è una delle più indicate a tal proposito.

Oggi ti parleremo nei dettagli di questo particolare concime, della sua realizzazione e del suo migliore utilizzo.

Ricorda, però, che in Italia non è consentito coltivare semi di marijuana, dunque ti suggeriamo di non utilizzare queste informazioni per la cannabis (a meno che ti sia trasferito in un Paese in cui è permesso coltivare erba a uso personale!).

Puoi in ogni caso acquistare semi autofiorenti, semi femminizzati e semi fast flowering per collezionismo.

Vermicompost, humus di lombrico: dell’oro colato per le nostre piante!

vermicompost humus di lombrico

Il vermicompost, conosciuto anche come humus di lombrico, è un fertilizzante prodotto esattamente dalla digestione dei lombrichi.

Sì, hai capito bene! I lombrichi, che chiamiamo spesso “vermi”, si nutrono di materiali organici di scarto. Successivamente li espellono sotto forma di un prodotto organico (humus) ricco di sostanze nutritive. Allo stesso tempo, la digestione dei vermi elimina le sostanze nocive, come malattie e agenti patogeni, dal suolo.

Possiamo dunque affermare che gli escrementi di lombrico migliorino la struttura e la qualità del terreno, rendendolo fertile e pronto ad alimentare, con grandi benefici, le piante di cannabis e di qualsiasi altra specie.

Nello specifico, il vermicompost contiene:

  • nutrienti come NPK (azoto, fosforo e potassio, sostanze nutritive fondamentali per le piante)
  • sali minerali
  • enzimi benefici
  • batteri benefici
  • protozoi
  • uova di lombrico (che, schiudendosi, contribuiscono ad aumentare la popolazione di vermi – e quindi di humus – presente nel terreno)

Questo particolare concime risulta, quindi, uno dei migliori per qualsiasi coltivazione biologica.

Leggi anche: Pre fioritura delle autofiorenti: quando inizia e come comportarsi

Come si produce il vermicompost fai da te?

Il vermicompost ha un prezzo di circa 20 euro ogni 25 litri ma, se lo desideri, puoi realizzarlo autonomamente.

La procedura è più semplice di quanto tu possa credere: ti basta acquistare un buon numero di lombrichi (diverso in base all’appezzamento di terreno da coltivare), magari facendoti consigliare dal venditore, e poi nutrirli con le migliori sostanze di scarto che tu possa trovare!

Come puoi ben immaginare, la qualità del compost dipende principalmente dalla qualità delle materie prime: maggiore è la quantità di nutrienti ingerita dai lombrichi, maggiori saranno le sostanze benefiche contenute nell’humus.

I lombrichi si nutrono di una grande varietà di residui organici, tra cui bucce di frutta e verdura, gambi, erbacce, paglia e letame di altri animali. Altre materie prime utili alla realizzazione di un ottimo vermicompost sono gli scarti lattiero-caseari, la bagassa (rifiuto prodotto dalla lavorazione della canna da zucchero), il digestato degli impianti di biogas e molto altro ancora.

È sufficiente nutrire i lombrichi queste materie organiche affinché possano digerirle e produrre escrementi sotto forma di colata.

Per farti un’idea del numero di vermi che ti serviranno, devi sapere che, tendenzialmente, un verme adulto del peso di 0,5-0,6 grammi si nutre di una quantità di rifiuti equivalente al proprio peso corporeo e produce colate pari a circa il 50% delle materie ingerite.

In ogni caso, l’humus contiene anche le uova, dunque la popolazione di lombrichi si auto-moltiplica in tempi record.

Ma quali sono, precisamente, i benefici del vermicompost? Perché dovresti utilizzarlo fin da oggi se ti dedichi al giardinaggio o all’agricoltura?

I benefici dell’humus di lombrico

Sapere che i coltivatori di semi di cannabis BSF utilizzano il vermicomposting dovrebbe già darti un’indizio riguardo i vantaggi di utilizzo di questo fertilizzante organico! Infatti le piante di marijuana necessitano di attente cure e concimi di altissima qualità per poter crescere al meglio.

Precisamente, l’humus di lombrico serve a:

  • mantenere il suolo umido
  • ripristinare il pH ottimale del terreno (il pH del vermicompost è di circa 7)
  • apportare una vasta gamma di sostanze nutritive alle piante, risolvendo eventuali carenze nutrizionali
  • migliorare la qualità e la salute del terreno
  • prevenire e contrastare malattie e funghi
  • migliorare anche l’ambiente, in quanto riduce l’utilizzo di fertilizzanti chimici e riduce la quantità di rifiuti che finiscono nelle discariche

Inoltre l’azione dei lombrichi mantiene il suolo ben ossigenato ed elimina gli eventuali agenti patogeni presenti nel terreno.

Come utilizzare il vermicompost?

A discapito di quanto probabilmente hai pensato fino ad ora, l’humus di lombrico è un prodotto completamente inodore e facilmente utilizzabile per concimare il suolo!

Si può usare semplicemente miscelandolo al terriccio prima di piantare i germogli delle piante.

persona che aggiunge vermicompost al terriccio

In alternativa si può utilizzare all’occorrenza, quando le piantine mostrano segni di sofferenza e di scarsità di nutrienti (ad esempio le foglie ingiallite).

Un prodotto relativamente nuovo è il tè di vermi – sì, si chiama proprio così! -, un liquido prodotto dall’estrazione di materia organica, microrganismi e nutrienti dal vermicompost.

A differenza dell’humus, questo concime liquido si può utilizzare in due modi:

  • direttamente alle foglie per prevenire e curare le malattie della pianta, ad esempio attacchi fungini
  • nel terreno come integrazione agli altri fertilizzanti

Oltre che produrlo in casa, puoi trovare il vermicompost in qualsiasi negozio di giardinaggio (fisico e online), ma ti consigliamo di verificare al meglio la qualità del prodotto e i nutrienti di cui si compone! Migliore sarà la composizione, migliori saranno i benefici al terreno.

Leggi anche: Coltivare cannabis è legale o è una bufala nata solo per fare audience?

In conclusione

Se hai letto attentamente questo articolo, adesso conosci tutto sul vermicompost e sulla sua utilità per qualsiasi tipologia di pianta!

Come già scritto, si tratta di un prodotto vastamente utilizzato per la coltivazione della marijuana ma, attenzione, in Italia tale pratica costituisce un reato penale o un illecito amministrativo in base ai casi.

Ciò che puoi fare dopo aver acquistato i semi di cannabis online è collezionarli, senza farli germogliare.

Non aspettare oltre!

Acquista subito i migliori semi di marijuana su Sensoryseeds. Ti aspettiamo!