Vendita semi di cannabis illeciti: ecco cosa rischi acquistando senza garanzie.

rischi vendita semi di cannabis illeciti

Comprare semi online è sicuro, acquistare semi di marijuana dal mercato nero non lo è e comporta dei rischi.

In seguito alla sentenza del 19 dicembre 2019 delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, in cui si elimina il reato penale per la coltivazione di pochissime piantine di canapa a uso personale, il commercio di semi di marijuana è davvero dilagato.

C’è però un problema da affrontare: la vendita di semi di cannabis illeciti, da parte di spacciatori. Infatti se comprare semi online è sicuro, in quanto certificati e provenienti da aziende specializzate, acquistare i semi di marijuana provenienti dal mercato nero non è una situazione altrettanto affidabile.

Come mai?

Te lo spieghiamo in 3 punti.

1) Se ti trovi in possesso di semi di cannabis non certificati, le Autorità sapranno che ti rifornisci dal mercato nero.

semi cannabis comprare semi online è sicuro

Essere in possesso di semi di canapa non certificati significa ammettere di rifornirsi dagli spacciatori di marijuana o da qualcuno che la coltiva illegalmente.

Se le Autorità ti trovano in possesso di questi semi potrebbero (a ragione) insospettirsi e questo potrebbe portare a una perquisizione presso il tuo domicilio, specialmente se con te hai anche della marijuana.

I semi di canapa legali sono invece confezionati sottovuoto e certificati. Puoi acquistarli online presso rivenditori autorizzati, come Sensoryseeds.it, e avere sempre con te la prova d’acquisto che ti viene recapitata via e-mail.

Un altro punto a favore è che arrivano direttamente a casa tua o comunque presso l’indirizzo da te indicato. A meno che tu non faccia degli spostamenti azzardati portando con te i semi, non verrai mai trovato per strada in possesso di questi prodotti.

Ma perché una perquisizione dovrebbe preoccuparti? Trovi la risposta nel paragrafo successivo.

Leggi anche: Comprare semi online è sicuro? 3 dritte per riconoscere i siti truffaldini.

2) In Italia la coltivazione di marijuana rimane un reato amministrativo. Meglio non venire colto in flagrante con dei semi.

Tantissime persone dopo la sentenza del 19 dicembre 2019 hanno esultato pensando che la coltivazione di piante cannabis a scopo personale fosse finalmente legale, ma la verità non è proprio questa. La sentenza ha depennato il reato penale, ma rimane sempre l’illecito amministrativo: chi coltiva cannabis non rischia la prigione, però rischia una multa e il possibile obbligo di seguire un programma di riabilitazione al SerD.

Di conseguenza è meglio non venir colti in possesso di semi di cannabis, specialmente se non sono certificati e non sono provenienti da un negozio autorizzato.

La spedizione di semi di canapa a domicilio dopo un acquisto online è di certo la soluzione più sicura per non insospettire le Autorità, anche se ti ricordiamo che in Italia è possibile acquistare semi di canapa da collezione e non per altri scopi.

A questo punto ti starai chiedendo come mai sia possibile comprare semi di cannabis online ma non sia possibile coltivarli. Il motivo è semplice: i semi di canapa, una volta portati a germinazione, possono produrre piantine con fiori ad alto contenuto di THC, illegali nel nostro Paese.

nessun rischio comprare semi su internet

Considerato che non contengono THC, i semi di marijuana sono assolutamente legali (ma non lo è il prodotto che ne deriva). Di conseguenza puoi comprarli senza rischi dai negozi autorizzati come Sensoryseeds.it ma se li facessi germogliare commetteresti un reato amministrativo.

3) Quando compri semi di cannabis illegali non sai veramente cosa stai acquistando.

La vendita di semi di cannabis illegali non ti garantisce la sicurezza del prodotto. Ok, chi li vende ti dirà che si tratta di una qualità eccellente (come potrebbe dire il contrario?), introvabile online (come no…) e che presenta delle caratteristiche uniche nonostante il prezzo vantaggioso.

Ovviamente ognuno tira l’acqua al suo mulino. Ma sai una cosa? Solo acquistare semi di canapa certificati ti garantisce l’effettiva qualità del prodotto.

Ad esempio i nostri semi autofiorenti e/o femminizzati provengono da una delle più grandi e famose banche dei semi al mondo, ovvero BSF Seeds (BSF è l’acronimo di Bigger, Stronger, Faster). Su ogni confezione – ma anche sulle schede prodotto presenti su Sensoryseeds.it – trovi le caratteristiche tecniche dei diversi semi, la genetica e i dettagli riguardo le piante che potenzialmente potrebbero produrre.

Puoi scegliere tra semi di marijuana autofiorenti femminizzati, fast flowering o semplicemente femminizzati con crescita stagionale… E le varietà sono davvero tantissime, tra cui numerose eccellenze come la Gorilla Glue #4, la Gelato XXL, la Sig Sour XXL e tante altre ancora.

Leggi anche: I tempi della germinazione nei semi autofiorenti.

Acquistando dal mercato nero sai realmente cosa stai comprando? Ne dubitiamo fortemente.

In conclusione

Perché comprare semi di canapa illegali quando puoi rifornirti da venditori autorizzati come Sensoryseeds.it? Oltre che garantirti la massima qualità e la provenienza da coltivazioni legali, i semi di cannabis che riceverai a casa saranno quelli che hai scelto tu con la massima attenzione (non quelli capitati per caso tra le mani di uno spacciatore).

Allora, che ne dici di dare un’occhiata al nostro catalogo di semi femminizzati, autofiorenti e semi fast flowering? Clicca qui e acquista subito quelli che fanno al caso tuo!