Semi di canapa sativa certificati: l’elenco completo

Ecco l'elenco completo dei semi di canapa sativa certificati

Esistono ben 75 varietà di semi di canapa sativa certificati, qui trovi l’elenco completo.

Della canapa si possono fare letteralmente mille utilizzi e ormai anche i suoi benefici sono ben noti al pubblico. Per questo il pregiudizio verso la canapa sativa e i suoi derivati viene ogni giorno abbandonato un po’ di più, mentre l’interesse invece continua a crescere.

Proprio per questo, sia la canapa in generale sia i suoi semi, sono oggetto di regolamentazioni e di continui aggiornamenti legislativi che in Europa e nel mondo ne regolano utilizzi, coltivazione e consumo. Per quanto riguarda l’Europa, attualmente sono 75 le varietà di semi di canapa sativa certificati che possono essere coltivati legalmente per scopi industriali secondo l’aggiornamento dell’8 aprile 2021.

L’unico obbligo di legge, riguardo la coltivazione di queste varietà per scopi industriali, è quello relativo al contenuto di THC. Tale principio attivo può essere contenuto nella pianta fino a un massimo dello 0,06%. Ciò è dovuto al fatto che tale principio attivo ha funzione psicotropa. Non può, dunque, essere presente in grandi quantità nelle varianti di canapa legalmente coltivate.

C’è da specificare però che al momento parliamo di varietà legali per essere coltivate a scopo industriale secondo la legislazione europea. Se guardiamo ai semi di canapa light, attualmente in Italia quelli che si possono acquistare (anche sul nostro sito SensorySeeds) sono utilizzabili unicamente per scopo collezionistico.

Leggi anche: Foglie bruciate di cannabis: cause scatenanti e prevenzione

Ma quali sono le varietà legali di semi di canapa sativa disponibili sul mercato? Eccole qui elencate di seguito:

Canapa sativa legale coltivata a scopo industriale
  1. Adzelviesi
  2. Armanca
  3. Asso
  4. Austa SK
  5. Balaton
  6. Beniko
  7. Bialobrzeskie
  8. CS
  9. Cannakomp
  10. Carma
  11. Carmagnola
  12. Carmaleonte
  13. Chamaeleon
  14. Codimono
  15. Dacia Secuieni
  16. Delta-405
  17. Delta-llosa
  18. Dioica 88
  19. Earlina 8 FC
  20. Eletta Campana
  21. Epsilon 68
  22. Fedora 17
  23. Felina 32
  24. Fibranova
  25. Fibrante
  26. Fibrol
  27. Fibror 79
  28. Finola
  29. Futura 75
  30. Futura 83
  31. Férimon
  32. Glecia
  33. Gliana
  34. Glyana
  35. Helena
  36. Henola
  37. Ivory
  38. KC Bonusz
  39. KC Dora
  40. KC Virtus
  41. KC Zuzana
  42. KCA Borana
  43. Kompolti
  44. Kompolti ibrido TC
  45. Lipko
  46. Lovrin 110
  47. MGC 1013
  48. Marcello
  49. Marina
  50. Markant
  51. Matrix
  52. Mietko
  53. Monoica
  54. Olivia
  55. Orion 33
  56. Pūriņi
  57. Rajan
  58. Ratza
  59. Santhica 23
  60. Santhica 27
  61. Santhica 70
  62. Secuieni Jubileu
  63. Silvana
  64. Sofia
  65. Succesiv
  66. Teodora
  67. Tiborszallasi
  68. Tisza
  69. Tygra
  70. Uniko B
  71. Uso-31
  72. Villanova
  73. Wielkopolskie
  74. Wojko
  75. Zenit

Leggi anche: Funghi della cannabis: quali sono e come prevenirli

Varietà monoiche e varietà dioiche

Tra queste varietà di semi che possono essere utilizzate legalmente per scopi industriali, abbiamo due grossi sottogruppi: le varietà monoiche e quelle dioiche. Queste hanno caratteristiche diverse per quanto riguarda sia il tipo di raccolto che il prodotto finale che si cerca di ottenere da esse.

Varietà dioiche: queste varietà hanno piante con fiori unisessuali su piante diverse, quindi avremo una pianta maschio e una pianta femmina. Vengono solitamente utilizzate per la produzione di fibra di canapa, biomassa, canapulo o infiorescenze. Vediamo ad esempio le caratteristiche di alcune di queste varietà:

Spago ricavato dalla varietà di canapa sativa dioica
  • Carmagnola selezionata: viene utilizzata soprattutto per ricavarne la fibra tessile e quindi viene selezionata utilizzando il metodo Bredemann che permette di analizzare il contenuto della fibra delle piante maschili prima che la fioritura venga avviata in modo tale da massimizzarla il più possibile.
  • Eletta Campana: questa è una varietà italiana ed è anche una delle più utilizzate nel nostro paese. È data dall’incrocio della Carmagnola con alcune specie tedesche e viene usata soprattutto per la produzione di biomassa, anche se ultimamente è stato utilizzata anche per produrre semi e infiorescenze. Sviluppa infatti più resina della media e questo le dà un aroma e un profumo molto intenso.

Varietà monoiche: le piante monoiche hanno anch’esse fiori unisessuali ma sulla stessa pianta. Il loro uso principale è per produrre altri semi, quindi per la creazione di farina e olio di canapa. Eccone alcune tipologie:

  • Uso 31: è una varietà ucraina che ha una fioritura precoce e che viene usata prevalentemente per produrre semi. La predominanza di fiori è maschile e questo garantisce grande produzione di semi.
  • Futura 75: varietà francese che però si adatta molto bene al suolo italiano. Ha un’altezza di circa 2-3 metri e una fioritura intermedia. Principalmente è usata per sviluppare semi ma è soddisfacente anche per la produzione di biomassa.

Questa è stata una breve panoramica sui semi certificati per capire e saperne qualcosa in più su questo argomento sempre più attuale. Se sei un’amante della canapa, ti ricordiamo che noi di SensorySeeds siamo uno shop online specializzato nella vendita di semi di marijuana (come i famosi BSF Seeds) e che puoi trovarli nel nostro shop, ricordandoti che sono disponibili alla vendita solo per scopo collezionistico.