Marijuana ibrida? Qui ciò che devi sapere.

marijuana ibrida

Che cos’è una varietà di cannabis ibrida e qual è la differenza tra sativa, indica e ibrida.

Stavi pensando di acquistare semi di cannabis online e, informandoti sulla genetica dei vari ceppi, hai trovato la dicitura marijuana ibrida a predominanza sativa o a predominanza indica?

Probabilmente leggere questo termine ha scatenato un po’ di confusione nella tua mente, perché non sai cosa significhi e quali siano le differenze tra cannabis ibrida, sativa e indica.

Oggi vogliamo toglierti ogni dubbio spiegandoti cosa siano le varietà ibride e quali sono le caratteristiche di queste piante (e dei relativi semi).

Iniziamo subito!

Cosa sono gli ibridi di cannabis?

La marijuana ibrida è il frutto dell’incrocio tra una pianta di cannabis Sativa e una pianta di cannabis Indica, ovvero le due principali specie di cannabis. Nello specifico, i coltivatori incrociano una pianta di genere maschile di un ceppo e una pianta femminile dell’altro ceppo in modo da ottenere un ibrido di cannabis.

ibridi di cannabis come nascono

Il nuovo nascituro include le caratteristiche di entrambi i ceppi, in egual misura oppure con peculiarità prevalenti del ceppo di indica o di sativa. Per questo puoi leggere un po’ ovunque “ibrido a predominanza sativa/indica” con accompagnate le percentuali relative alla genetica, ad esempio 60% indica 40% sativa.

Una varietà è ibrida anche quando proviene da 2 ceppi ibridi e non puri.

Per esempio, i semi di Lemon Blossom prodotti da BSF Seeds nascono dall’incrocio tra la Lemon Thai (padre) e la San Fernando Valley OG Kush (madre), due ibridi a prevalenza sativa. La SFV OG Kush, in seguito all’impollinazione da parte della Lemon Thai, produce dei semi di marijuana di una nuova specie, battezzata dalla banca dei semi come Lemon Blossom.

La Lemon Blossom è, per l’appunto, un incrocio nato da due ibridi e racchiude in sé le caratteristiche di entrambi.

Questo è, in realtà, lo scenario più comune perché, attualmente, sono stati fatti così tanti incroci per ottenere varietà sempre migliori e particolari che risulta praticamente impossibile trovare un ceppo di cannabis al 100% indica o al 100% sativa.

Leggi anche: Lemon Thai: caratteristiche e peculiarità di questa genetica

Cannabis Sativa: particolari effetti e caratteristiche della pianta.

La cannabis sativa è una pianta di canapa di origini asiatiche (diffusasi poi in America e in Europa) che presenta le seguenti caratteristiche morfologiche:

  • Fusto: alto e snello, cresce fortemente in altezza (può raggiungere perfino i 7 metri).
  • Foglie: sottili e strette, probabilmente segno di una rapida crescita vegetativa.
  • Boccioli: i fiori di cannabis sativa sono grandi e ariosi; si sviluppano lungo gli interi rami.

Gli effetti della sativa sono fortemente cerebrali per via delle alte concentrazioni di THC, che supera nettamente il CBD. Il cosiddetto Head High determina effetti euforizzanti ed energizzanti. Solitamente, i ceppi di cannabis sativa (anche quelli ibridi a predominanza sativa) stimolano la creatività, pensieri felici e una grande concentrazione.

La cannabis sativa è considerata come l’estremo opposto della cannabis indica.

Cannabis Indica: le caratteristiche uniche di questa specie.

cannabis indica caratteristiche e differenze con ibrida

Come ci suggerisce il nome, la cannabis indica è nativa dell’India ma è attualmente diffusa soprattutto in Paesi come il Pakistan, il Tibet, il Libano, il Marocco e l’Afghanistan.

Le caratteristiche morfologiche della pianta di indica sono molto diverse da quelle della sativa. Ecco come:

  • Fusto: basso e spesso, quasi cespuglioso. Al contrario della cannabis sativa, non raggiunge grandi altezze.
  • Foglie: larghe e meno lanceolate rispetto alla sativa.
  • Fiori: tendono a crescere a grappoli in corrispondenza dei numerosi nodi presenti nel fusto e nei rami. Non sono molto grandi ma, una volta essiccati, sono più pesanti dei fiori di sativa poiché più densi e compatti.

Gli effetti della cannabis indica sono fortemente influenzati dalle percentuali elevate di CBD. Il cannabidiolo mitiga in maniera eccellente gli effetti del THC (anche quelli collaterali) e determina degli effetti calmanti, antidolorifici e rilassanti a livello mentale e corporale.

L’effetto sedativo e di forte sonnolenza, particolarmente amato da chi presenta problemi nel rilassarsi e nell’addormentarsi, è chiamato Stoned e si tratta dell’esatto oppposto dell’High tipico della cannabis sativa.

Leggi anche: San Fernando Valley Kush: qui è dove nasce il mito!

Differenza tra sativa, indica e ibrida.

La cannabis sativa e quella indica presentano caratteristiche morfologiche ed effetti completamente diversi.

Come hai potuto leggere, la canapa sativa ha un fusto alto, snello, foglie strette e fiori grandi e ariosi. Il suo effetto è chiamato High per via dell’estrema euforia provocata dalla sua assunzione.

La canapa indica ha un fusto medio-basso e compatto, foglie larghe e fiori non molto grandi ma compatti. Chi la assume riscontra un effetto chiamato Stoned, fortemente rilassante e sedativo.

E la marijuana ibrida? Che aspetto e che effetti ha?

Dipende!

I semi autofiorenti, i semi femminizzati e i semi fast flowering di cannabis ibrida dominano il mercato, poiché gli effetti di questi ceppi sono più equilibrati e gli aromi tendenzialmente inconsueti e molto apprezzati. È da generazioni che le banche dei semi come BSF Seeds incrociano le varietà di marijuana indica e sativa per ottenere prodotti spettacolari.

Detto ciò, solitamente le piante di marijuana ibrida con prevalenza Sativa hanno caratteristiche predominanti della sativa (compreso l’effetto High, che sovrasta lo Stoned), ma quelle della cannabis indica non sono completamente celate. Una volta passata l’euforia, arriva l’effetto rilassante.

Le varietà a predominanza indica, invece, presentano il caratteristico effetto Stoned, rilassante e sedativo, ma si fa sentire anche l’High con un aumento dell’attenzione e della creatività.

Esistono anche i ceppi ibridi con genetica 50% indica e 50% sativa: in questo caso, sia le caratteristiche della pianta che gli effetti sono perfettamente bilanciati.

Ora che sai tutto, ma proprio tutto, sugli ibridi di cannabis, sulla loro produzione e sulle loro caratteristiche, vorresti acquistare semi di cannabis da collezione frutto dell’incrocio tra indica e sativa?

Allora visita subito il nostro shop Sensory Seeds, in cui trovi i migliori semi di marijuana online prodotti da BSF Seeds! Ti aspettiamo.