Quanto durano i semi di cannabis senza perdere le loro proprietà

Quanto durano i semi di cannabis

Per quanto tempo si possono conservare i semi di cannabis e come farlo al meglio. 

Sai che, se conservati nella maniera migliore, i semi di marijuana si mantengono inalterati per tantissimo tempo? La conservazione dei semi di cannabis autofiorenti, femminizzati e veloci è molto importante perché sono delle semenze dormienti, pronte per essere risvegliate (non qui in Italia, mi raccomando!) e dunque vive. 

È molto importante trattare al meglio questi prodotti poiché il cattivo mantenimento rischia di farli morire da un momento all’altro.

Ma quanto durano i semi di cannabis ben conservati? E come mantenerli al meglio in modo che le loro proprietà rimangano intatte?

Continua a leggere per scoprirlo!

Per quanto tempo si possono conservare i semi di marijuana?

La scadenza dei semi di canapa è fissata a 2 anni dal loro confezionamento ma, se ben conservati, questi prodotti possono durare molti anni (anche 5, 10 o più) rimanendo dormienti e mantenendo inalterate le loro proprietà.

durata e conservazione dei semi di cannabis

Potresti quindi dimenticarteli in un cassetto per decenni e ritrovarli inalterati, al massimo delle prestazioni. Per i semi dormienti il tempo non scorre, purché le condizioni climatiche si mantengano costanti nel tempo.

Se vuoi sapere come conservare i semi di cannabis, devi prima di tutto conoscere quali fattori possono danneggiarli o provocare la loro germinazione in situazioni sfavorevoli, portandoli dunque alla morte.

Abbiamo stimolato la tua curiosità? Allora ti suggeriamo di passare al seguente paragrafo, dove abbiamo elencato tutti gli elementi che possono compromettere la salute dei semi di cannabis.

Leggi anche: Come si ottiene la certificazione per i semi di cannabis

I fattori che compromettono la buona conservazione dei semi di canapa sativa o indica.

Ti piacerebbe conservare al meglio i tuoi semi di marijuana appena acquistati su Sensoryseeds? Allora ecco tutti gli elementi che possono danneggiarli durante il loro stadio dormiente, dunque prima della germinazione:

  • Sbalzi di temperatura
  • Condizioni termiche estreme (troppo caldo o troppo freddo)
  • Luce diretta
  • Umidità

Leggere “umidità” potrebbe sembrarti strano, perché per arrivare alla germinazione i semi necessitano di tantissima umidità.

È vero, ma è proprio questo il problema: se un seme germoglia dentro un contenitore e non nella terra, nella lana di roccia o nel cotone, è destinato a morire perché non trova le condizioni adatte alla sua sopravvivenza.

Ciò che devi impedire è sia la morte del seme che la sua germinazione in un ambiente inadatto al suo sviluppo (condizione che porterebbe comunque alla sua morte).

Ricorda, però, che in Italia è proibito far germogliare semi di cannabis THC: questo comportamento viene punito, in base ai diversi casi, con una sanzione amministrativa e penale. Puoi acquistare semi di cannabis online, ma solo per collezionarli!

Tornando a noi, per garantire la sopravvivenza e la lunga durata dei semi di cannabis dovresti rispettare delle condizioni ideali di temperatura e di umidità relativa. Dovresti inoltre scegliere il contenitore giusto per la loro conservazione. 

Dove e come conservare i semi di marijuana per farli durare a lungo?

Abbiamo già risposto alla domanda “Quanto durano i semi di cannabis?” ma, effettivamente, non ti abbiamo ancora spiegato come farli durare per diversi anni senza che perdano le loro proprietà.

Se vuoi conservare al meglio questi prodotti devi mantenere le seguenti condizioni ambientali:

  • buio
  • umidità relativa dal 20 al 30%
  • temperatura costante di 6°C (ma va benissimo anche fino agli 8°C)

Ti suggeriamo, inoltre, di tenerli nella loro confezione sottovuoto o di riporti in un barattolo a chiusura ermetica, preferibilmente sterilizzato e in vetro. 

Che siano semi femminizzati, autofiorenti o veloci, i semi di canapa germogliano a una temperatura che va dai 24 ai 28°C con un’umidità relativa al 70% circa. Inoltre muoiono se c’è troppo caldo o troppo freddo e se stanno in un ambiente con frequenti sbalzi di temperatura.

Essendo la temperatura ideale molto bassa, probabilmente ti stai chiedendo se sia possibile conservare le semenze in frigorifero. Passa al seguente paragrafo per trovare la risposta ai tuoi dubbi!

conservare semi di marijuana in frigo

Si possono conservare semi in frigo? Ma certo!

Sì, il frigo potrebbe essere un ambiente ideale per i tuoi semi di cannabis a patto che sia un frigorifero dedicato esclusivamente alla loro conservazione. 

Infatti il frigorifero da cucina viene aperto e chiuso innumerevoli volte al giorno: se si trovassero lì, i semi riceverebbero troppa luce e sbalzi di temperatura. 

Ti consigliamo, dunque, di acquistare un mini frigo adibito solamente alla conservazione dei semi di marijuana. Online se ne trovano tantissimi a prezzi irrisori!

Leggi anche: Come mantenere i semi di cannabis nelle zone ad alte temperature

Conclusioni finali

Ora sai quanto durano i semi di cannabis e come conservarli in modo da mantenere alterate le loro caratteristiche. Sai anche che luce, umidità e sbalzi di temperatura li danneggiano, mentre le condizioni ideali per la loro sopravvivenza sono temperatura (costante) dai 6 agli 8°C e umidità relativa di circa il 20 o 30%.

Ti stai chiedendo dove acquistarli? Ovviamente nel nostro shop di semi di marijuana online, Sensory Seeds, dove trovi le migliori varietà di semi di cannabis BSF

Visita subito il nostro negozio per trovare i semi autofiorenti, femminizzati e veloci BSF Seeds. Ti aspettiamo!