Semi di cannabis: ecco i vincitori della Cannabis Cup.

vincitori della cannabis cup 2019

L’interesse sempre maggiore mostrato verso la Cannabis e i prodotti da essa derivati, hanno dato maggiore visibilità anche ad eventi annuali dedicati alla presentazione di quelli che potrebbero essere i semi di cannabis migliori.

L’evento più famoso, che attrae migliaia di persone da tutto il mondo, è senza dubbio la “High Times Cannabis Cup”. 

Si tratta del festival più famoso ed atteso dell’anno e, naturalmente, si svolge ad Amsterdam. Con la presentazione di quelle che potrebbero essere le varietà più interessanti, una giuria indipendente vota le migliori. 

Noi di Sensory Seeds presenteremo le varietà vincitrici del 2019, ormai già sul mercato e, naturalmente, testate in modo da offrire ai consumatori pareri solo su semi e cannabis di qualità. I più esperti, come i più curiosi, hanno un’ampia scelta tra i semi di cannabis che proponiamo: dai femminizzati a quelli di ultima generazione, cioè a crescita rapida.

LEGGI ANCHE: Semi di canapa decorticati: cosa sono, a cosa servono e perché si usano.

Cannabis Cup: di cosa si tratta?

L’High Life Cup di Amsterdam è uno degli eventi di maggior rilievo per i coltivatori di semi di cannabis, ma un’attrattiva interessante anche per coloro che ne sono appassionati.

L’idea fu di Steven Hager (giornalista e attivista per la legalizzazione della Cannabis) e il primo evento risale al 1988. Da quel momento in poi, giudici da tutto il mondo vengono contattati per raggiungere l’Olanda e prender parte al festival più importante, in termini mondiali, di Cannabis.

Alcuni stati degli USA, nel 2010, sono stati scelti per ospitare l’High Times Cannabis Cup, come Denver, il Michigan o Seattle.

vincitori cannabis cup 2019

In effetti, l’evento non è strettamente legato agli Stati che hanno legalizzato la marijuana, ma vengono svolti anche per celebrare la marijuana a scopo medico dove è permesso. 

Il festival si svolge in maniera molto interessante, poiché la giuria voterà i semi e le varietà proposte senza conoscere i Coffee Shop o le aziende che vi hanno lavorato.

In tal modo, ci sarà un giudizio imparziale, poiché ogni campione sarà dotato di un codice e valutato da 15 esperti che non saranno influenzati da nient’altro se non dall’effettivo prodotto consumato.

I giudici, naturalmente scelti minuziosamente e con criterio, hanno a disposizione due mesi di tempo per testare le nuove varietà di Cannabis proposte.

La Cannabis Cup premia i semi di marijuana vincitori divisi in categorie specifiche, dalla più comune Sativa, alle varietà di fumo, alla weed bio. Insomma, è palese che questo evento è un classico, poiché il primo festival dedicato alla Cannabis mai realizzato in Europa e che ancora oggi è un’attrattiva per turisti provenienti da tutto il mondo. 

La Cannabis Cup si svolge in modo piacevole, poiché accompagnata da musica, buon cibo e, naturalmente, cannabis di livello da gustare in tutta tranquillità.

Cannabis Cup 2019: i vincitori

Ogni giudice, esperto e con anni di esperienza alle spalle, giudicherà ogni varietà proposta fornendo un voto da 1 a 10 per ogni categoria.

I criteri di valutazione sono i tipici considerati da ogni buon consumatore di cannabis: effetto, odore, sapore e aspetto.

La prima categoria valutata è stata quella dell’erba coltivata su sistemi idrici. Le varietà sul podio sono state tre:

  • Melon Express, proveniente dal Coffee Kosbor;
  • Night Terror OG, dal rinomato Coffee Greenhouse Secret Farmers;
  • Seven-Eleven, del Cofee Kera Seeds.

Una categoria con semi interessanti e ampiamente apprezzati dai consumatori è quella Autofiorente.

 I vincitori sono stati:

  • Rainbow Candy Auto, dal Growers Choice;
  • Amnesia Auto, dalla Zamnesia Seeds;
  • Super Amnesia Haze Auto, proveniente dal Coffee Magic.

Il Festival dell’anno scorso, però, è stato dominato, nella categoria Weed da una sola varietà: la Silver Haze del Coffee Shop Zero Zero.

Con un processo di valutazione iniziato nel mese di aprile, i giudici hanno svolto un lavoro minuzioso in modo da esaltare solo i semi di Cannabis, e in secondo momento i Coffee Shop che li hanno proposti, concretamente meritevoli.

LEGGI ANCHE: Semi autofiorenti XXL: vantaggi e caratteristiche.

High Life Cup 2018: Dutch Passion conquista la scena negli USA

Anche il 2018 si è rivelato un anno interessante per L’High Life Cup che ha visto vincitrice in assoluto la Lemon Zkittle realizzata da Dutch Passion, produttrice di semi di Cannabis dal 1987.

Il podio è più che meritato poiché si tratta di una varietà femminizzata derivante da un incrocio particolare: Las Vegas Lemon Skunk e Zkittle. I giudici hanno apprezzato, in particolar modo, l’aroma pungente di questo ibrido e la quantità notevole di resina che produce.

Ogni anno il Festival si fa sempre più avvincente e i semi di Cannabis proposti sono realmente interessanti sotto ogni punto di vista. Nel caso specifico degli USA, la legalizzazione in alcuni Stati ha dato modo a semi di marijuana e varietà ibride di conquistare il mercato.

Noi di Sensory Seeds proponiamo sul nostro shop alcuni dei semi premiati all’evento di Cannabis più famoso di sempre, così da fornire una scelta vasta ma pur sempre di qualità ai nostri clienti. 

I semi da noi venduti sono frutto di un’accurata selezione e, per renderli accessibili a chiunque, offriamo un rapporto qualità/prezzo altamente competitivo nel settore.